Barcellona: le ragioni dell’ultimo disastro del Barcellona in Champions League

TLa tragedia è completa perché il Barcellona è fuori dalla Champions League nella fase a gironi per il secondo anno consecutivo e dovrà giocare in Europa League.

Non c’è stato nessun miracolo. Sebbene alcuni all’interno del club avessero ancora speranza di qualificarsi, lo hanno detto più per desiderio che per realtà.

Champions League (Jornada 4): Riassunto e gol di Barcellona-Inter 3-3

Inter non è scivolato, battendo facilmente Vittoria Plzenla peggiore squadra del girone, arrivata al Giuseppe Meazza con quattro sconfitte e un record di tre gol fatti e 16 subiti.

Lo hanno fatto rapidamente, conducendo 2-0 all’intervallo prima di aggiungerne altri due dopo la ripresa.

La delusione della scorsa stagione poteva essere prevista vista lo stato della squadra, ma quest’anno non era nel copione.

Il tabellone blaugrana ha ingaggiato diversi top player come Lewandowski, Raphinha, Kounde, Christensen, Marcos Alonso, Kessie e Bellern.

Per farlo, hanno speso più di 150 milioni di euro e hanno messo insieme una squadra competitiva pronta a lottare per tutti i titoli, cosa che tutti i tifosi pensavano fosse possibile dopo l’inizio della squadra.

Un pareggio spietato

Qual è la causa di questa nuova battuta d’arresto? Ci sono diversi fattori. Non c’è un unico motivo, ma la realtà è che il Barcellona non era all’altezza della Champions League e ora è fuori.

Prima di tutto, il sorteggio non è stato gentile con loro. Sono stati inseriti nel gruppo più difficile. Opinioni a parte, è l’unico che ha visto protagonisti tre campioni d’Europa.

Bayern è uno dei favoriti per vincere la competizione e Inter era l’avversario più duro nel terzo piatto.

Squadra in divenire

È stato dimostrato che la squadra non è ancora all’altezza del livello dei migliori in Europa, non importa quanto le cose siano scattate nelle prime settimane.

È ancora una fase formativa visti i sette acquisti di cui sopra. Non avevano l’istinto omicida per colpire nella partita contro Bayern a Monaco di Baviera.

Avrebbero potuto segnare nel primo tempo, ma alcuni errori incredibili hanno permesso ai bavaresi di andare in vantaggio nel secondo tempo. Primi tre punti buttati via.

Pedri, en el partido ante el Inter.

Pedri, en el partido ante el Inter.EFE

Arbitraggio decisivo

Con quel risultato e Bayern‘s vincere Interil secondo posto è stato praticamente un pareggio a eliminazione diretta nelle due partite contro gli italiani.

C’erano due fattori qui. In primo luogo, una pessima prestazione arbitrale a Milano che ha chiaramente fatto male Barcellona. Non è una scusa, ma ha avuto un ruolo.

Fragilità difensiva

Più preoccupante è stata la partita in cui il Barcellona aveva tutto in gioco. È stato in quella partita che hanno davvero sprecato le loro possibilità di qualificazione.

Gli errori difensivi sono stati sconvenienti per una squadra che vuole essere nelle fasi finali di Champions League.

C’erano errori individuali in tutti gli obiettivi, e Barcellona sprecato il vantaggio che avevano con il primo gol di Dembele.

Ferite alla schiena

I problemi di infortunio non possono essere ignorati. Xavi era senza Kounde, Araujo, Christensen e Bellerin per le gare contro l’Inter. Troppe assenze per due partite importanti.

E sono stati decisivi per quello che abbiamo visto al Camp Nou contro gli italiani. Senza così tanti assenti, di certo non avrebbero commesso così tanti errori.

Christensen duelli da su lesi

Christensen duella da su lesin en el partido ante el Inter.FOTO DI GETTY

Prestazioni in calo

Il risultato di tutti questi fattori è quello Barcellona è fuori dalla Champions. Un duro colpo per una squadra che in questa stagione voleva risorgere dalle ceneri, però ogni anno le cose sembrano peggiorare.

Dalla loro eliminazione in semifinale contro il Liverpool nel 2018/2019, i risultati sono i seguenti: hanno perso nei quarti di finale contro Bayern (2019/2020), agli ottavi contro PSG (2020/2021) e gli ultimi due anni nella fase a gironi. Questa stagione con due partite da giocare.

Problema finanziario

Un’eliminazione dura a livello sportivo, ma anche economico. Barcellona aveva preventivato per raggiungere i quarti di finale di Champions League, quindi perderà 20,6 milioni di euro sul bilancio, anche se ne riprenderà parte in Europa League.

Il problema è che due anni di assenza dagli ottavi di Champions League fanno fatica a credere agli sponsor nei blaugrana.

.

Leave a Comment