Banksy dice ai taccheggiatori di rubare da Guess, afferma che l’azienda “si è aiutata con la mia opera d’arte”

L’artista di graffiti anonimo e non convenzionale Banksy ha pubblicato venerdì una richiesta insolita, chiedendo a tutti i potenziali taccheggiatori tra i suoi fan di visitare il negozio Guess di Regent Street a Londra e “aiutarsi”.

Banksy ha scritto il messaggio pro-taccheggio su Instagram in risposta ad alcuni dei suoi modelli iconici utilizzati in una collezione di abbigliamento Guess. La collezione presenta t-shirt e giacche stampate con il “Thug for Life Bunny” di Banksy esposte di fronte a uno sfondo ingrandito, che presentava la famosa immagine dell’artista di un saccheggiatore che lancia un mazzo di fiori. Su Instagram, Banksy ha scritto:

“Attenzione a tutti i taccheggiatori. Per favore, vai da Indovina in Regents Street. Si sono serviti delle mie opere d’arte senza chiedere, come può essere sbagliato per te fare lo stesso con i loro vestiti?

instagramBanksy su Instagram

Non è chiaro quanto fosse serio il post di Banksy, o se l’artista sia stato consultato personalmente sulla linea di abbigliamento prima che entrasse in produzione, ma la collezione Guess incriminata è in collaborazione con la società Brandalised, che secondo quanto riferito ha una licenza per commercializzare e utilizzare le opere d’arte di Banksy. sulle merci.

Parlando il mese scorso della collezione, il direttore creativo di Guess, Paul Marciano, ha dichiarato: “I graffiti di Banksy hanno avuto un’influenza fenomenale che risuona in tutta la cultura popolare. Questa nuova capsule collection con Brandalised è un modo per la moda di mostrare la sua gratitudine”.

Mentre Banksy si è impegnato in alcune acrobazie pubblicitarie da far alzare le sopracciglia ai suoi tempi (ad esempio, organizzando una delle sue opere d’arte per essere automaticamente distrutta dopo essere stata venduta), il suo grido di battaglia per rubare a Guess sembra che potrebbe essere stato un vero sfogo di fastidio sui social.

Di recente, Banksy sembra essere stato impegnato a creare arte politicamente carica in Ucraina, con diversi murales dipinti nel suo stile distintivo che appaiono nella città di Borodyanka, dipinti su muri in rovina distrutti dai bombardamenti russi.

Banksy ha postato su Instagram una delle opere d’arte, che ritrae una ginnasta che fa una verticale tra le macerie. Un altro pezzo in Borodyanka, non ancora confermato come opera di Banksy, sembra mostrare Vladimir Putin sconfitto in una partita di judo da un bambino.

Sebbene Banksy sia rimasto anonimo, la sua arte è nota per essere sovversiva, politicamente carica e contenente sentimenti anti-establishment. Molti dei commenti sotto il reclamo per violazione del copyright di Banksy hanno mostrato il sostegno dei fedeli fan, che sembravano indignati per conto dell’artista.

Mentre alcuni commentatori sospettavano che il post di Banksy su Instagram che criticava Guess potesse essere parte di una “campagna di guerriglia marketing” (che si adatterebbe all’approccio non ortodosso dell’artista), il negozio Guess dal nome e dalla vergogna non sembrava essere coinvolto.

In risposta al post su Instagram, Guess ha temporaneamente chiuso al pubblico il negozio di Regent Street, ha coperto la vetrina a tema Banksy e ha persino messo la sicurezza all’esterno.

.

Leave a Comment