Bad Boy Timz… Conversando sulla vita del partito – Guardian Life – The Guardian Nigeria News – Nigeria e notizie dal mondo

Di Chinonso Ihekire

22 ottobre 2022 | 4:12

Lo slogan “O shock ha vinto bakan!” ha incantato la scena musicale nigeriana nel 2019. La frase, che si traduce vagamente in “Li scioccherà sicuramente”, è stata resa popolare dal suo creatore Olorunyomi Oloruntimilehin, conosciuto professionalmente come Bad Boy Timz.

Il cattivo ragazzo Timz

Lo slogan “O shock ha vinto bakan!” ha incantato la scena musicale nigeriana nel 2019. La frase, che si traduce vagamente in “Li scioccherà sicuramente”, è stata resa popolare dal suo creatore Olorunyomi Oloruntimilehin, conosciuto professionalmente come Bad Boy Timz. Ha guidato la sfilza di party jam che hanno portato il cantante a una fama diffusa, inclusi mega successi come Loading assistito da Olamide, MJ assistito da Teni, tra gli altri.

Proprio come il suo mantra, l’ascesa alla fama di Timz è stata sbalorditiva e impressionante da guardare. Dopo una rocciosa ricaduta con la sua ex etichetta, il giovane musicista è tornato come cantante indipendente l’anno scorso, creando la propria impronta soprannominata Shock Absorbers Music. Da allora, Timz ha continuato a dimostrare costantemente il suo coraggio con altre canzoni di successo, inclusi i suoi bop recentemente pubblicati soprannominati Move e Oasis.

Con Timz, ogni nuovo disco è un’opportunità per promuovere la sua filosofia sempreverde di aggrapparsi al lato eufemistico della vita. Per lui, si tratta solo di lasciar andare i problemi e di entrare nel ritmo della realtà. Ed è esattamente ciò che finisce la sua base di fan – un ampio mix di pubblico rurale e urbano – alla sua musica.

Il suo ceppo armonioso di street pop, pulsante di percussioni armoniose, è senza sforzo uno dei preferiti dai party. Ed è questa notorietà che ha ugualmente alimentato a batteria il suo secondo EP soprannominato No Bad Boy, No Party.

Prima dell’uscita dell’EP, che dovrebbe scendere entro la fine dell’anno, Bad Boy Timz si è seduto con Guardian Music, rilassando il sentiero della memoria sulla crescita delle orme di suo padre, il cantante di un’acclamata band di Tungba soprannominata Baba T International ; fare musica con suo padre; sopravvivere a un’esperienza di pre-morte; sopravvivere come artista indipendente; oltre a raffinare la sua discografia come filo conduttore di ogni festa.

Nello spirito di scioccare tutti, Bad Boy Timz è tornato di nuovo. Cosa ti fa andare avanti?
PENSO che la mia spinta sia il fatto che sarei potuto morire una volta, quindi perché dovrei lasciare che il mio talento muoia, capisci? Se non funziona ora, funzionerà sicuramente ancora in seguito.

Quando ero più giovane, sono sopravvissuto a un tentativo di omicidio; Mi hanno sparato in faccia. Quindi, ecco perché questo occhio è sempre così, perché il proiettile ha colpito l’occhio. Quella parte dell’occhio è ancora interessata.
Felice che tu sia sopravvissuto. Non è una novità che tu abbia un nuovo progetto in arrivo. Da quanto tempo ci lavori?

Alcune canzoni del progetto risalgono al 2020. Ci sono alcune canzoni che ho realizzato quest’anno e nel 2019. Da quattro anni a questa parte, è solo una raccolta delle mie lotte, dei miei divertimenti e degli ostacoli che ho dovuto superare. Quindi, ecco di cosa parla l’album: canzoni dal 2019 fino ad oggi.

Hai finito di registrare o stai ancora ritoccando le cose?
Sto ancora registrando. Sento che c’è ancora un altro GBedu che devo aggiungere per completare questo progetto, capisci.

Cosa dovrebbero aspettarsi le persone dal progetto?
Sento che il titolo stesso del progetto è autoesplicativo: No Bad Boy, No Party. È un’affermazione del tipo “Yo, è divertente dall’inizio alla fine del progetto”. È un progetto che ha una forte rigiocabilità. È un progetto che si distingue perché non sono un artista che ha un solo suono.

Mi siedo su Afrobeat. Ad esempio, l’afrobeat è la mia lingua e la Nigeria è il mio paese. “L’afrobeat è la mia lingua, la Nigeria è il mio paese, na trap, trap trap soul, un gioco rap, omo che danneggia.” Questo è il testo della prima traccia del progetto. Il titolo del brano è The Birth of A New King, prodotto da Magicsticks.

Come ti senti riguardo al progetto, soprattutto mentre stiamo facendo il conto alla rovescia?
Sono molto emozionato. Finché ci sono progressi dalla mia parte, non mi interessa davvero quanti progressi stanno facendo gli altri. Finché posso nutrire i miei fan con buona musica e anche vederli, non i fan dell’audio, sto bene. Ovunque io vada, è sempre ‘Timz, dov’è l’album?’ Anche fino agli agberos. Puoi vedere quei video ovunque sui miei social media. Mi assicuro sempre che il mio team riceva video di tutte queste cose, da diverse cappe.

Ho girato Lagos e la Nigeria per un motivo. Voglio che abbiano familiarità con il viso e anche con il marchio. Quindi, quando il progetto sta per cadere, è solo più di “Omo, sto supportando il mio ragazzo”, non il caso di “sto sostenendo una celebrità”, capisci cosa intendo.

Di recente hai fondato la tua etichetta. Com’è stato il viaggio per te?
In realtà, io e la mia ex etichetta abbiamo raggiunto un accordo; Sto pagando loro una sorta di accordo. Voglio dire, non c’è cattivo sangue e non li mando davvero. Non ho tempo. Sono solo preoccupato per me stesso, per la mia crescita. Non sono preoccupato per quello che è successo in passato, sto solo andando avanti.

Sei cresciuto e sembri rimanere dedito allo street pop; è una nicchia in cui vuoi restare?
Immagino che forse sia a causa dell’ambiente in cui sono cresciuto; il tipo di persone con cui sono cresciuto o il tipo di cose che ho visto. Non calcolo davvero queste cose; Entro in studio e dico quello che penso. Dico le cose come mi sento; Non scrivo necessariamente barra per barra prima di registrare. Depongo semplicemente le mie melodie e poi metto testi che sono riconoscibili per la mia gente; testi che non devono controllare il dizionario prima di capire.

La tua canzone recente, Skelele, apparirà nel nuovo videogioco FIFA ’23. Come è successo?
A quanto pare, sai che la mia compagnia di distribuzione è Empire. La FIFA ha richiesto un elenco di canzoni e Skelele era lì. Sposta era nell’elenco, ma non hanno scelto Sposta; hanno scelto Skelele per un motivo. Ho fatto quella canzone; era come una canzone di angoscia. All’epoca avevo la mia ragazza, sai, è successo qualcosa tra noi. Tutto ciò che ho detto in quella canzone è vita reale; non essere berretto.

Ad alcune persone non è piaciuta la canzone quando è uscita, ma la canzone mi ha dato una delle borse più grandi della mia carriera. E non è nemmeno la mia canzone più ascoltata in streaming. Penso che Skelele sia come il mio quinto. La mia canzone più ascoltata in streaming è Move, poi Have Fun.

I nomi sono significativi e alcune persone ritengono che influisca sulla loro personalità. Perché hai scelto “Bad Boy Timz?”
Bene. Timz è una combinazione di due dei miei nomi: Timilehin e Timothy. The Bad Boy inizialmente era come un’effigie in più, ma il nome iniziò a influenzare il mio comportamento. Mi sentivo come se questo nome fosse arrivato per una ragione e non lo lascerò cadere; Non ci penso due volte.

E a quel tempo, i membri del team della mia etichetta discografica erano quelli che dicevano solo che avrei dovuto aggiungere Bad Boy. In realtà mi è piaciuta l’idea e sono tipo, ‘sì, sono un ragazzaccio ora, quindi cosa succederà.’ E da allora, ho fatto cose cattive.

Intendi in senso buono o nel vero senso di essere cattivo?
Come si fanno le cose cattive in modo buono? Sono cattivo in tutti i sensi. Non faccio le cose peggiori, ma proprio come un ragazzaccio. Le ragazze mi conoscono, sono un ragazzaccio; i ragazzi adorano la mia musica; mi rende un cattivo ragazzo, capisci?

Com’è il tuo rapporto con la tua famiglia in questo momento?
La mia famiglia è fantastica. Voglio bene a mio papà; fa musica. Io amo mia mamma; lei si prende cura di noi. Siamo tutti ragazzi e una ragazza. Quindi, come se viziasse sempre i ragazzi, prendendosi cura di mia sorella. La mia famiglia è buona.

Hai mai collaborato con tuo padre?
Sì, decisamente! Mio padre dovrebbe essere sulla prima traccia del progetto, ma non ha tempo; è un uomo impegnato. È troppo occupato per me! Non deve nemmeno necessariamente cantare; dovrebbe solo dire qualcosa.

Ricordi quella canzone di me e quella di Zlaran nel mio primo EP? Mio padre era il co-sceneggiatore. A volte, quando sono bloccato in studio e sento che è qualcosa con cui può aiutare, lo chiamo sempre.

Quindi, ti ha aiutato a iniziare a fare musica?
No, non sapeva nemmeno che stavo facendo musica. Ero all’università e ho lasciato quella cover freestyle a Davido’s If. E i suoi amici da tutto il mondo gli mandavano solo link da Facebook. ‘Vedi tuo figlio fare venti milioni di visualizzazioni su Facebook. Abi omo yin ko leyi, bla bla bla.’ Ancora non ci credevano finché un giorno non li ho chiamati e ho mostrato loro che avevo vinto cinque premi dalla mia università, come cinque premi in una notte. Quindi, non avevano altra scelta che supportare; sono il mio più grande sistema di supporto.

Quali sono state le tue influenze quando hai iniziato a suonare e come volevi suonare quando hai iniziato?
Inizialmente quando ho iniziato, la gente diceva O tin ma korin Wizkid ju, perché ascoltavo molte canzoni di Wizkid. Quando Wizkid stava per lasciare Holla a Your Boy, stavo guardando la TV, come un premier. Quella è stata la prima volta che ho visto Wizkid e ho pensato, ‘chi è questo ragazzo?’ Merda fresca, ragazzo fresco. Sento che, in caso contrario, il 90% delle persone della mia generazione è cresciuto amando molto Wizkid. Quindi, Wizkid, Davido; Lo amo molto anche io. Ascoltavo molti Mo’Hit. Come un; Adoro il suo primo album.

Quindi, l’amore c’è stato fin dall’inizio?
Sì. Quando ero alle sei primarie, il mio insegnante si lamentava dicendo: “Non sei mai sabi orari, ma quando lasciano cadere canzoni come questa, vai don sabi tutti i testi”.

Ho sempre saputo che volevo fare musica. Sento che il segno più chiaro che ho visto è stato il mio primo stile libero; il primo video in assoluto di freestyle che ho realizzato è diventato virale. Anche se non è diventato virale sulla mia pagina, è diventato virale sulla pagina di qualcun altro e ha taggato Olamide. E Olamide l’ha appena ritwittato da lì e boom, sono stato costretto a registrare la canzone.

Immediatamente Olamide l’ha ri-twittato, ho visto persone che venivano alla porta del mio ostello. Come “ragazzo, sai che Olamide non ritwitta il tuo video o, devi registrare questa canzone”. Per quella stessa notte, portami in studio vai a registrare la canzone.

Ed è diventato un inno nella mia scuola. Quello fu anche il momento in cui Mayorkun scoppiò con Dremo e co. Quindi stavano facendo un tour del campus. I direttori sociali della scuola si sono assicurati che Mayorkun e i ragazzi della DMW fossero nell’edificio prima che mi esibissi.

Quando ho eseguito quella canzone, sparpagliata ovunque. Dovevano venire a controllare come, ‘per quale superstar si esibiscono qui?’ Da quel momento, ero come il più grande artista della mia scuola. Ho lasciato cadere i singoli schiena contro schiena. Andrei anche in altre università per esibirmi, come l’UNILAG, e in altri luoghi diversi come quello. Quindi, è così che è iniziato per me.

In questo disco, No Bad Boy, No Party, chi ci aspettiamo, quali sono le maggiori collaborazioni?
Olamide è nel progetto; Anche Zlantan è nel progetto. C’è anche un altro artista internazionale nel progetto, ma voglio mantenerlo basso. Ho quattro opzioni per ora e le sto ancora valutando. Non voglio menzionare nulla che alla fine potrebbe non essere nel progetto, capisci.

Durante la creazione di questo album, quali sono stati alcuni dei tuoi momenti più memorabili?
Uno dei momenti memorabili è stato quando stavo registrando l’ultima traccia del progetto, intitolata Igboro. Quella canzone spiega la mia storia dalla cappa alla fama, nei problemi che sono accaduti con l’etichetta. Quindi, tengo quella canzone molto cara. Quando lo ascolterai, capirai. Non ho detto molto, ma ho detto molto.

Allora, qual è il piano più grande, qual è il prossimo passo dopo l’album?
In realtà sto iniziando il mio tour; Andrò negli Stati Uniti, nel Regno Unito e a Dubai.

Leave a Comment