Avrebbe davvero senso per il Barcellona riportare Lionel Messi?

Dopo che il Barcellona è stato espulso dalla Champions League mercoledì, le richieste per una riunione romantica con Lionel Messi crescono solo… ma con altri buchi nella rosa e vincoli finanziari, ha DAVVERO senso riportarlo indietro?

  • Il Barcellona è stato eliminato dalla Champions League mercoledì sera
  • La loro uscita ha solo accresciuto la speculazione che Messi potrebbe essere firmato di nuovo dal PSG
  • Messi è in ottima forma per il PSG, ma in precedenza aveva accennato a un ritorno del Barcellona
  • Ma il Barça deve affrontare vincoli finanziari e ha aree più urgenti da rafforzare
  • Sportsmail esamina le argomentazioni a favore e contro la riconsegna dell’argentino

In 17 stagioni con Lionel Messi in squadra, il Barcellona ha raggiunto almeno gli ottavi di finale di Champions League ogni volta.

In due stagioni senza di lui non sono riusciti ad uscire dal gruppo. La mattina dopo la loro ultima uscita anticipata una domanda era inevitabile: la seconda che arriva è la risposta?

C’erano canti di ‘Messi! Messi!’ al Camp Nou mercoledì sera, ma provenivano da tifosi sarcastici del Bayern nella sezione ospite che prendevano in giro i tifosi del Barcellona che erano rimasti ad oltranza quando la loro squadra aveva perso di nuovo contro i tedeschi.

Qualsiasi operazione per riportarlo indietro sarebbe problematica. Il Paris Saint-Germain vuole che Messi firmi per un altro anno fino al 2024, il Barcellona potrebbe permetterselo solo se i grandi guadagni Gerard Pique, Sergio Busquets e Jordi Alba se ne andranno tutti, e anche allora probabilmente avrebbero bisogno di vincere l’Europa League per compensare il Mancanza di premi in denaro della Champions League per aiutare a pagare il suo stipendio anche se ridotto.

I legami di Lionel Messi con il ritorno al Barcellona sono stati intensificati dopo che il club è stato eliminato dalla Champions League

I giganti catalani sono stati eliminati dalla competizione dopo che l’Inter ha battuto il Viktoria Plzen

Il Barcellona ha poi perso 3-0 contro i campioni di Germania del Bayern Monaco al Camp Nou mercoledì

Il Barcellona ha poi perso 3-0 contro i campioni di Germania del Bayern Monaco al Camp Nou mercoledì

Se può essere fatto, la prossima domanda sarebbe: sarà universalmente accolto come una cosa buona?

I tifosi del Barcellona sono divisi tra quelli che vogliono che torni a guidare la squadra ancora una volta e quelli che dubitano che il suo ritorno la prossima estate, a 36 anni, risolverebbe davvero qualsiasi cosa.

Una cosa è chiara: non era mai stato lui il problema prima.

Nelle ultime stagioni di Messi al Barcellona è stata spacciata l’idea che fosse lui la ragione dei fallimenti della squadra. Si diceva che il Barça doveva portarlo quando non aveva palla e che non si può competere in Europa con 10 uomini.

Non sembra interessare il Paris Saint-Germain. L’attacco di Messi, Neymar e Kylian Mbappe ha segnato l’80% dei gol della squadra e Messi ne ha segnati 11 e ne ha realizzati 10 in questa stagione.

Messi è partito per il PSG per prolungare la sua storia in Champions League e ora ha 129 gol nella competizione, appena 11 in meno del record di Cristiano Ronaldo.

È vero che Messi era in campo quando il Barcellona è stato battuto 8-2 dal Bayern a Lisbona nel 2020, ma era nei quarti di finale: cosa il club non farebbe per quello adesso e il montepremi che avrebbe portato.

Il Barcellona ha raggiunto almeno gli ottavi di finale di Champions League in ogni stagione con Messi

L'argentino (C) ha vinto anche quattro titoli di Champions League mentre era con i giganti catalani

L’argentino (C) ha vinto anche quattro titoli di Champions League mentre era con i giganti catalani

L’argomento più grande per non riportare indietro Messi è che, nonostante tutta la brillantezza che porta, non può giocare come terzino destro dove il Barcellona ha ancora un enorme buco non avendo fatto abbastanza per ingaggiare Cesar Azpilicueta in estate.

Non può giocare nella posizione di Sergio Busquets dove il club non ha nemmeno provato a coinvolgere uno specialista per giocare al suo posto è oltre la comprensione.

E non può giocare il difensore centrale sinistro dove attualmente hanno Marco Alonso perché non ci sono alternative adatte.

È stato triste vedere Busquets uscire mercoledì in quella che è stata quasi sicuramente la sua ultima partita di Champions League in casa per il club in cui ha servito per oltre un decennio vincendo la competizione tre volte. La priorità è sostituirlo, non riportare in campo un giocatore che con lui ha sempre avuto un legame speciale.

Il rovescio della medaglia è che il giocatore stesso è aperto all’idea, come ha twittato la giornalista argentina Veronica Brunati all’inizio di questo mese.

È vero che la sua famiglia considera il Barcellona casa e lo accoglierebbe con favore. Ed è vero che come esercizio di marketing la stagione del canto del cigno sarebbe un’operazione redditizia per lui e per il club.

Messi è stato infuocato in questa stagione per il PSG, che si è qualificato dal proprio girone di Champions League

Messi è stato infuocato in questa stagione per il PSG, che si è qualificato dal proprio girone di Champions League

Il boss del Barcellona Xavi è stato in precedenza timido quando gli è stato chiesto del ritorno di Messi al club

Il boss del Barcellona Xavi è stato in precedenza timido quando gli è stato chiesto del ritorno di Messi al club

Quando è stato chiesto a Xavi della possibilità di recente, ha detto: “Fallo godersi il calcio a Parigi”. L’allenatore sarebbe entusiasta dell’idea come lo sono altri?

È scettico su come inserirebbe sia un Messi di 36 anni che un Robert Lewandowski di 35 anni nella sua squadra la prossima stagione. Il polacco è arrivato con un lungo contratto fino al 2026: in termini di dotato talismano d’attacco, dovrebbe essere il sostituto di Messi come farebbe Xavi a entrare entrambi nella sua squadra.

Ovviamente potrebbe non essere una decisione di Xavi da prendere. Se il Barcellona non vincerà nulla in questa stagione, ci sarà la tentazione per il presidente Joan Laporta di assumere un altro allenatore, che probabilmente sarà ancora meno entusiasta di un idolo di ritorno che offusca il quadro in futuro.

L’analisi sensibile è probabilmente che il Barcellona ha sbagliato a sbarazzarsi di Messi quando lo ha fatto, ma che assumerlo di nuovo l’anno prossimo non risolverà nulla.

L’avvertenza è che Laporta è un esperto nel tirare fuori un coniglio dal cappello quando tutto il resto fallisce, e non c’è coniglio magico più grande di Messi.

Annuncio

.

Leave a Comment