Assomiglia a Vin Diesel? Il modello 3D del “primo essere umano creato da Dio” è virale

L’immagine è stata condivisa dalla catena di cinema Alamo Drafthouse.

L’immagine di un modello 3D che suggerisce come sarebbe stato il primo essere umano è diventata virale. Molti pensano che abbia una sorprendente somiglianza con l’attore hollywoodiano Vin Diesel.

Nella foto si vede una figura animata in 3D con tratti del viso simili a quelli dell’attore Fast and Furious. “Gli scienziati della Princeton University hanno ricostruito questo modello 3D di come avrebbe potuto apparire Adamo, il primo essere umano creato da Dio”, si legge nella didascalia.

L’immagine è stata condivisa dalla catena di cinema Alamo Drafthouse.

Il post ha presto acceso un vero e proprio festival dei meme. Ma prima che qualcuno potesse cadere nella battuta, la catena di cinema ha scritto in un tweet successivo: “Solo per ricordare che siamo un cinema, non un giornale accademico”.

Un utente ha scherzato: “Nel frattempo i ricercatori dell’Universal Technical Institute hanno ricostruito questa immagine 3D di come avrebbe potuto apparire la Dodge Charger R/T di Adam del 1970”.

L’utente ha fatto riferimento all’auto del personaggio di Fast and Furious di Vin Diesel Dominic Toretto nel film.

Un altro offriva un modello 3D completo “renderizzato dall’artista” del “primo essere umano”.

“Quando inizio e porto a termine il mio compito un’ora prima della scadenza”, ha reagito un utente.

Alcuni sembravano piuttosto perplessi quando uno chiedeva: “Adam assomigliava a Vin Diesel?”

“Vin Diesel Confermato come primo essere umano”, si legge in un commento.

Un altro utente ha scritto: “Primo essere umano creato da Dio”? Non c’è nulla di lontanamente scientifico in questa frase”.

Un utente ha suggerito “che aspetto aveva Eve” mentre pubblicava una foto dell’attrice americana Michelle Rodriguez, che interpretava Letty Ortiz nel franchise di Fast and Furious.

Quindi, pensi che il modello 3D assomigli davvero a Vin Diesel?

Fare clic per ulteriori notizie di tendenza

.

Leave a Comment