Anteprima dei giochi FIA Motorsport: Rally2, Rally4 e Rally storico

I fan dei rally saranno trattati per una tripletta in azione ai FIA Motorsport Games 2022 in Francia dal 26 al 30 ottobre, con nazioni di tutto il mondo che si riuniranno per la possibilità di vincere medaglie in tre discipline.

I concorrenti gareggeranno su vetture Rally2, Rally4 e Historic Rally per tutta la settimana in 14 prove speciali che si svolgeranno su strade asfaltate intorno al famoso Circuito Paul Ricard, tra Marsiglia e Tolone, in Francia.

Raduno2

L’azione a quattro ruote motrici del Rally2 metterà l’uno contro l’altro un numero di equipaggi esperti e giovani stelle per onorificenze. La concorrenza proviene da 12 nazioni: Germania, Brasile, Svezia, Regno Unito, Grecia, Türkiye, Estonia, Ungheria, Spagna, Argentina, Belgio e Francia.

Matthieu Arzeno e Romain Roche, pilota di rally su pista diventato pilota di rally, Matthieu Arzeno e Romain Roche vantano la più forte esperienza sulle strade locali e sono sicuramente i favoriti della Skoda Fabia Evo. Gli spagnoli Jose Maria López Planelles/ Borja Rozada (Hyundai i20) e i rappresentanti del Belgio, Cédric de Cecco/ Jérôme Humblet (Citroën C3) sono destinati a essere tra i primi classificati, mentre il Regno Unito inserisce una Proton Iriz R5 per Ollie Mellors e Ian Windress.

Rally2 presenterà anche prove altrettanto audaci e determinate dal Brasile – con Adroaldo Weisheimer/ Rafael Capoani – e dagli argentini Paulo Soria/ Marcello Der Ohannesian sulle rispettive Volkswagen Polo GTi e Skoda Fabia.

Le speranze del Team Germany risiedono su Björb Satorius/ Hana Ostlender con la loro Ford Fiesta MkII, del Team Sweden con Jari Liiten/ John Stigh (Skoda Fabia R5) e del Team Greece con Nikolaos Pavidis/ Dimitrios Amoxopoulos (Skoda Fabia Evo).

Orthan Avcioglu e Baurcinn Korkmaz sono pronti per una serie di medaglie con la loro Skoda Fabio Evo per Türkiye. A completare il campo ci sono gli estoni Georg Linnamäe/ James Michael Morgann (Volkswagen Polo GTi) e Martin Lászió/ Dávid Berendi, che gareggeranno con la loro Skoda Fabia Evo per il Team Hungary.

Raduno4

Rally4 è per le auto a due ruote motrici con un altrettanto emozionante concorso di 11 nazioni per spoiler. A contendersi la medaglia d’oro saranno squadre provenienti da Paesi Bassi, Messico, Portogallo, Belgio, Türkiye, Grecia, India, Spagna, Romania, Italia e Danimarca.

Sette squadre correranno con una Peugeot 208 in Francia, tra cui il messicano Gustavo Urióstegui/Axel Coronado, l’indiano Sanjay Takale/Mike Young, la coppia portoghese Ricardo Sousa/Luis Marques, oltre a Paschalis Chatzimarkos/Marios Tsaousoglou della Grecia. A questo ordine si aggiungono anche gli spagnoli Oscar Palomo/Rodrigo Sanjuan, gli italiani Roberto Deprà/ Luca Guiglielmetti e i danesi Casper Nielsen/ Ward Hanssens. In rappresentanza della Romania, Cristiana Oprea e Alexia Parteni guideranno la Peugeot 208 R2.

La Ford Fiesta è rappresentata dai Paesi Bassi Martin van Hoek/Nard Ippen e dai Türkiye Ali Turkkan/ Ahmet Burak Erdener. Una Renault Clio sarà lo strumento preferito da Tom Rensonnet/Loic Dumont del Team Belgio.

Raduno storico

Historic Rally parteciperà anche ai Giochi del 2022 per aggiungere un tocco di nostalgia all’evento, aperto alle vetture FIA ​​di Categoria 2 e Categoria 3 che coprono il periodo 1970-1981.

Tra le otto nazioni in gara ci sono l’italiano Andrea “Zippo” Zivian e Nicola Arena sulla loro furiosa Audi Quattro, con la Spagna (Antonio Sainz/David de la Puente) e il francese Philippe Gache/Philippe David che hanno scelto una Porsche 911 SC.

Il #TeamUK entra in una Chrysler Sunbeam per Tim e Steve Jones, mentre Estonia (Marko Mattik/ Arvo Maslenikov) e Slovacchia (Jaroslav Patran/ Iveta Halčinová) si radunano su macchine VAZ. I tedeschi Siegfried & Renate Mayr (Volvo 244 GL) e i cechi Vojtěch Štajf/ Vladimir Zelinka (Opel Kadett Coupe) compongono l’entusiasmante lista di iscritti.

La competizione per il trio di categorie si svolgerà su 14 tappe di 150 km, 12 delle quali su strade asfaltate lisce intorno a Le Castellet, mentre due prove speciali, venerdì e sabato sera, si svolgeranno al Circuit Paul Ricard. L’ultima “Medals Stage”, caratterizzata da un layout completamente nuovo per garantire l’equità sportiva, vedrà i primi tre classificati di Rally2, Rally4 e Historic Rally gareggiare testa a testa su un percorso in stile Rallycross per stabilire il podio finale.

L’azione del Rally inizia giovedì, con le prove libere che si svolgeranno alle 14:00, prima della fase di qualificazione al Circuit Paul Ricard alle 17:00. Poi sabato si torna sulle strade asfaltate della regione, con due tappe e quattro sezioni da disputare in vista della resa dei conti Super Special sabato sera.

INFORMAZIONI SULLA DISCIPLINA
Raduno2 – Vetture Rally2 con motori turbo da 1600 cc. Pilota e copilota possono essere di nazioni diverse con il totale dei tempi che decidono i primi tre per la fase delle medaglie.

Raduno4 – Due ruote motrici, sia per motori aspirati che turbo. Conducente e copilota possono essere di nazioni diverse. I tempi combinati totali decidono i primi tre per la fase delle medaglie.

Raduno storico – Auto da rally dal 1970 al 1981. Pilota e copilota devono essere della stessa nazione con il totale dei tempi che determinano i primi tre per la Fase delle Medaglie.

.

Leave a Comment