Annullamento del premio per il drammaturgo Caryl Churchill condannato | Carl Churchill

Alcuni dei nomi di spicco del teatro e del cinema britannici hanno criticato l’annullamento di un prestigioso premio alla carriera alla drammaturga Caryl Churchill a causa del suo sostegno ai diritti dei palestinesi, affermando che la mossa è “niente meno che il moderno maccartismo”.

Tra coloro che hanno firmato una lettera aperta pubblicata giovedì ci sono Harriet Walter, Stephen Daldry, Juliet Stevenson, Stephen Frears, Richard Eyre, Peter Kosminsky e Dominic Cooke.

Dicono di essere sconvolti dalla decisione di revocare il premio. “Questo attacco alla libertà di coscienza non è altro che il maccartismo moderno e solleva interrogativi urgenti su un modello di intimidazione e silenzio”, afferma la lettera.

E aggiunge: “Se le uniche forme d’arte ritenute ‘sicure’ per le istituzioni sono quelle che non hanno nulla da dire ai disposti e agli oppressi di questa Terra e che tacciono di fronte alla repressione statale, allora l’arte e la cultura sono svuotate di significato e valore”.

Churchill, 84 anni, è uno dei drammaturghi contemporanei più influenti e significativi del Regno Unito. Ha scritto più di 30 opere teatrali, molte delle quali trattano di abuso di potere.

Ad aprile, è stata nominata vincitrice del premio European Drama 2022 in riconoscimento del lavoro della sua vita. Il premio – del valore di € 75.000 (£ 65.000), il più grande in Europa – è assegnato da Schauspiel Stuttgart e sponsorizzato dal ministero della scienza, della ricerca e delle arti del Baden-Württemberg.

Ma all’inizio di questo mese, la giuria nominata dalla compagnia teatrale ha ritirato la sua decisione e annullato il premio di quest’anno, affermando di essere stata “messa a conoscenza di informazioni precedentemente sconosciute”.

In una dichiarazione, la giuria ha affermato che Churchill è stata scelta per il premio “in riconoscimento del lavoro della sua vita. Tuttavia, nel frattempo siamo venuti a conoscenza delle firme dell’autore a sostegno del boicottaggio, del disinvestimento e delle sanzioni [BDS].

“La commedia Sette bambini ebrei può anche essere considerato antisemita. Pertanto, con nostro grande dispiacere, la giuria ha deciso di non conferire il premio quest’anno”.

Il ministro delle arti del governo statale, Petra Olschowski, ha sostenuto la mossa. “In Germania abbiamo una responsabilità storica speciale. Ecco perché noi, come paese, assumiamo una posizione chiara e non negoziabile contro qualsiasi forma di antisemitismo. Questo è un motivo in più per cui un premio finanziato dallo Stato non può essere assegnato nelle circostanze date”, ha affermato.

In risposta all’annullamento del premio, Churchill ha dichiarato: “Sostengo il mio sostegno al BDS e ai palestinesi”.

Seven Jewish Children è stato scritto nel 2009 all’indomani dell’Operazione Piombo Fuso, un conflitto di tre settimane a Gaza durante il quale almeno 1.383 palestinesi, tra cui 333 bambini, sono stati uccisi, secondo Amnesty International. Anche tredici israeliani, tra cui tre civili, sono morti durante il conflitto.

L’opera teatrale di 10 minuti di Churchill è stata acclamata da alcuni critici ma pesantemente criticata da altri, incluso il revisore del Jewish Chronicle , che l’ha etichettata come antisemita.

Giovedì, Churchill ha detto che lo spettacolo parlava di “famiglie che vogliono proteggere i bambini e si chiedono cosa dire loro di cose terribili, un pogrom, l’Olocausto, infine il bombardamento di Gaza.

“È critico nei confronti del trattamento riservato da Israele ai palestinesi; non è un attacco a tutti gli ebrei, molti dei quali criticano anche la politica israeliana. È sbagliato confondere Israele con tutti gli ebrei. Un gioco politico ha creato nemici politici, che lo attaccano con insulti di antisemitismo”.

Dominic Cooke, direttore associato del National Theatre, che ha diretto Seven Jewish Children al Royal Court Theatre, ha affermato che lo spettacolo è stato scritto in risposta alla morte di palestinesi a Gaza durante l’Operazione Piombo Fuso.

“L’indignazione confettata per la commedia di Caryl è stata progettata per distogliere l’attenzione da questo fatto e spaventare i possibili critici al silenzio”, ha detto. “Ma richiamare l’attenzione sulle violazioni dei diritti umani da parte di Israele e sulla sua occupazione illegale del territorio palestinese non è antisemita, è una protesta legittima”.

L’attore Harriet Walter ha dichiarato: “Caryl Churchill merita i più alti riconoscimenti internazionali per una vita di lavoro rivoluzionario a teatro. Ritirare qualsiasi onore a causa delle sue opinioni politiche è un atto disonorevole che ricorda il maccartismo”.

La lettera aperta – organizzata da Artists for Palestine – è stata sostenuta anche da Geoffrey Bindman KC, uno dei principali avvocati per i diritti umani. Ha detto: “Il ritiro del premio European Drama da Caryl Churchill sulla base del suo sostegno al BDS viola chiaramente il suo diritto alla libertà di espressione protetto dall’articolo 10 della Convenzione europea sui diritti umani. È sbagliato e il premio dovrebbe essere restituito incondizionatamente a lei.

All’inizio di quest’anno, Priti Patel, allora ministro degli Interni, ha descritto il movimento BDS come razzista e antisemita. “Ritenere la comunità ebraica collettivamente responsabile di ciò che accade in Medio Oriente secondo la mia definizione è razzista”, ha detto a Conservative Friends of Israel.

Nel 2019, il Bundestag, il parlamento tedesco, ha approvato una mozione che condanna il BDS come antisemita.

Schauspiel Stuttgart è stata contattata per un commento in risposta alla lettera aperta.

Leave a Comment