5 volte in cui i campioni UFC hanno migliorato la loro reputazione prendendo sorprendentemente bene le sconfitte

Nell’UFC, è difficile per un combattente venire a patti con qualsiasi sconfitta, in particolare se arriva in un incontro per il titolo. Quindi, non sorprende che molti combattenti perdenti trovino scuse folli per spiegare la loro sconfitta. Tuttavia, non è sempre così.

Nel corso degli anni, abbiamo visto un certo numero di campioni UFC perdere i loro titoli e invece di gestire male le loro perdite, sono stati aggraziati nella sconfitta.

Dato che alcune di queste perdite sono arrivate in modo drammatico, sarebbe stato facile per loro trovare una sorta di scusa. Ma nel caso di questi ex campioni, il loro stoicismo di fronte alla sconfitta ha attirato il rispetto dei tifosi.

Ecco cinque volte in cui i campioni UFC hanno migliorato la loro reputazione prendendo sorprendentemente bene le sconfitte.


#5. Tito Ortiz vs. Randy Couture – UFC 44

Tito Ortiz ha preso la sua sconfitta a Randy Couture molto bene
Tito Ortiz ha preso la sua sconfitta a Randy Couture molto bene

Nel 2003, non solo l’allora campione dei pesi massimi leggeri Tito Ortiz era il poster della promozione, ma era anche considerato uno dei combattenti più sfacciati nello sport delle MMA.

“The Huntington Beach Bad Boy” è stato all’altezza del suo soprannome entrando nella pelle dei suoi avversari con discorsi spazzatura pre-combattimento. E non è stato nemmeno un vincitore gentile, grazie alla sua semi-controversa celebrazione del “becchino”.

Quando ha perso il titolo contro il 40enne ex campione dei pesi massimi Randy Couture in un grande sconvolgimento nel 2003, tutti si aspettavano che trovasse scuse per la perdita.

Dopotutto, la maggior parte dei fan si aspettava che Ortiz pulisse il pavimento con “The Natural”. Invece, si è trovato dominato in ogni singola area come nessuno aveva mai fatto prima.

Tuttavia, nella conferenza stampa post-combattimento, un Ortiz in lacrime ha sorpreso tutti per essere stato niente di meno che estremamente aggraziato nella sconfitta.

“The Huntington Beach Bad Boy” affermava che ogni campione doveva subire una sconfitta per tornare più forte. Ha reso omaggio a Couture dicendo che lo aveva messo in posizioni in cui non era mai stato messo prima. Ortiz ha augurato buona fortuna a Couture nel suo regno del titolo.

copertina di youtube

Ortiz si è persino commosso prima di ringraziare i suoi allenatori e compagni di allenamento, un momento che ha suscitato un enorme applauso da parte dei presenti.

Certo, non è mai riuscito a riconquistare il titolo perso contro Couture. Tuttavia, essendo così aggraziato nella sconfitta, ha dimostrato di essere più di una semplice caricatura da “cattivo ragazzo”.


#4. Kamaru Usman vs. Leon Edwards – UFC 278

Kamaru Usman ha visto la sua lunga serie di vittorie spezzata da Leon Edwards
Kamaru Usman ha visto la sua lunga serie di vittorie spezzata da Leon Edwards

Ogni volta che un combattente vede spezzarsi la sua lunga serie di vittorie, è interessante vedere come lo gestiscono. La perdita del titolo dei pesi welter UFC di Kamaru Usman contro Leon Edwards a UFC 278 è stato uno di quei casi.

Non solo è stata la prima sconfitta per “The Nigerian Nightmare” nell’ottagono dopo aver messo insieme una serie di vittorie di 15 incontri risalenti al 2015, ma è arrivata anche in modo davvero drammatico. Negli ultimi istanti di un combattimento che Usman stava chiaramente vincendo, è stato messo KO da un calcio alla testa.

Tuttavia, se qualcuno si aspettava che Usman fosse salato, si sbagliava sorprendentemente. “The Nigerian Nightmare” era quasi più affabile dopo aver perso che dopo aver vinto, facendolo sembrare molto più umano nel processo.

Usman ha reso omaggio al calcio alla testa che Edwards aveva sferrato per metterlo fuori combattimento, definendolo un “grande colpo” prima di affermare di aver visto il filmato del combattimento tre o quattro volte.

Ha anche detto che il fatto che un tiro all’ultimo respiro come quello potesse porre fine a un combattimento era “la cosa bella di questo sport”. Ha continuato affermando che era semplicemente grato che le persone si preoccupassero così tanto dei suoi combattimenti.

È stata una risposta di classe da parte di un combattente non abituato a subire sconfitte, e il fatto che abbia affrontato la sua perdita con calma probabilmente fa ben sperare per il suo futuro. Se non altro, la sua reputazione era decisamente accresciuta dal suo comportamento nella sconfitta.


#3. Dominick Cruz vs. Cody Garbrandt – UFC 207

L'atteggiamento di Dominick Cruz è stato piacevolmente sincero dopo la sua sconfitta contro Cody Garbrandt
L’atteggiamento di Dominick Cruz è stato piacevolmente schietto dopo la sua sconfitta contro Cody Garbrandt

Anche se non si è mai affermato come un abrasivo trash talker come un Chael Sonnen o un Colby Covington, Dominick Cruz non aveva certo paura di insultare i suoi avversari. Durante il suo regno come campione dei pesi gallo UFC, Cruz trash ha parlato con i suoi nemici con un atteggiamento sardonico.

Quando ha perso il titolo contro Cody Garbrandt alla fine del 2016, quindi, era difficile immaginare come avrebbe reagito. Dopotutto, “The Dominator” l’aveva riguadagnato in modo sbalorditivo da TJ Dillashaw dopo aver trascorso quasi due anni sullo scaffale, e più precisamente, la perdita di “No Love” è stata la sua prima in quasi un decennio.

Cruz in realtà non ha parlato molto subito dopo la perdita, ma quando si è presentato alla conferenza stampa dell’evento, è andato più in profondità di quanto la maggior parte dei combattenti avrebbe mai fatto. Il suo candore gli è valso molto rispetto da parte dei suoi fan e colleghi.

RT @arielhelwani: VIDEO: ecco il @DominickCruz stretta post-combattimento. Più impressionante di qualsiasi cosa abbia fatto nella gabbia, IMO: https://tc…

Piuttosto che trovare qualsiasi tipo di scusa, “The Dominator” ha sostanzialmente ammesso di essere stato battuto dal miglior combattente della notte, etichettando Garbrandt come un avversario con un “buon cuore”.

L’ex campione ha anche affermato che l’unica via da seguire per lui sarebbe trovare gli aspetti positivi nella sconfitta e che “parte della vita è perdere”.

In uno sport con così tanti perdenti, l’approccio di Cruz è sembrato una boccata d’aria fresca e probabilmente gli è valso anche molti nuovi fan.


#2. Amanda Nunes vs. Julianna Peña – UFC 269

Amanda Nunes non ha fornito scuse per la sua perdita a Julianna Pena subito dopo
Amanda Nunes non ha fornito scuse per la sua perdita a Julianna Pena subito dopo

Quando Julianna Pena ha sconfitto Amanda Nunes per il titolo femminile dei pesi gallo a UFC 269 nel dicembre 2021, è stato probabilmente considerato il più grande sconvolgimento nella storia della promozione.

Non solo Nunes non veniva battuta dal 2014, ma aveva anche calpestato le divisioni pesi gallo e piuma, rivendicando entrambi i titoli e sconfiggendo non meno di sei ex campioni UFC.

Tuttavia, Pena è riuscita in qualche modo a superarla. Ha avuto la meglio su Nunes in piedi prima di sottometterla con un soffocamento nudo nel secondo round.

Quindi, cosa è andato storto per Nunes? Prima della loro rivincita nell’estate del 2022, “The Lioness” ha fatto di tutto per spiegare che “molte cose erano andate storte” nel suo campo di addestramento per il combattimento, in particolare subendo lesioni a entrambe le ginocchia.

All’indomani del combattimento, tuttavia, Nunes non ha mai menzionato le sue ginocchia. Invece, ha semplicemente affermato di non essere sorpresa dall’ottima prestazione di Pena. “The Lioness” ha affermato di essere pronta per tornare in palestra e allenarsi duramente per la rivincita.


#1. Israele Adesanya vs. Alex Pereira – UFC 281

Israel Adesanya è stato più che felice di spiegare cosa è andato storto per lui contro Alex Pereira
Israel Adesanya è stato più che felice di spiegare cosa gli è andato storto contro Alex Pereira

Prima della sua recente perdita del titolo dei pesi medi UFC contro Alex Pereira a UFC 281, Israel Adesanya era in una strana situazione con i fan.

“The Last Stylebender” era rapidamente diventato uno degli atleti più popolari della promozione grazie alla sua rapida ascesa nella classifica dei 185 libbre. Ma prima del suo scontro con “Poatan”, sentiva che quella popolarità stava iniziando a diminuire a causa della sua propensione per i combattimenti poco entusiasmanti e per un atteggiamento leggermente irritante.

Tuttavia, i fan che si aspettavano che fosse salato dopo la sua sconfitta sono rimasti sorpresi dal suo comportamento calmo durante la conferenza stampa post-combattimento.

Piuttosto che cercare di incolpare un infortunio o affermare che l’interruzione dell’arbitro non era legittima, Adesanya ha gentilmente accettato la sconfitta.

copertina di youtube

Ha affermato di essersi sentito bene quando l’arbitro è intervenuto, ma ha anche affermato di fidarsi dei suoi allenatori, che gli avevano detto che l’interruzione era giustificata.

Ancora più importante, è anche entrato nei dettagli su ciò che aveva causato la perdita. Ha accennato a un infortunio alla gamba che ha compromesso il suo gioco di gambe, un infortunio causato da Pereira che lo ha colpito con una serie di calci al polpaccio. Tuttavia, ha dato molto credito al brasiliano per la mossa di investire presto nei calci alle gambe.

Nel complesso, Adesanya è stato ammirevolmente sincero riguardo alla sua sconfitta. Anche se ha perso il titolo, le sue azioni sono aumentate in modo significativo, in particolare agli occhi dei fan che lo vedevano poco più di un appariscente pugile prima della sconfitta. Adesanya non era affatto timida nell’apparire sotto gli occhi del pubblico dopo UFC 281.

Dai un’occhiata al suo esilarante incontro con Andrew Schulz sul podcast Flagrant:

copertina di youtube

Link veloci

Altro da Sportskeeda


.

Leave a Comment